La produzione delle mascherine chirurgiche di tipo 2 di FAP Medical viene effettuata in Italia direttamente nel nostro stabilimento realizzando un prodotto rispondente ai requisiti delle norme UNI EN 14683.2019 “Maschere facciali ad uso medico – Requisiti e metodi di prova” e UNI EN 10993-1:2010 “Valutazione biologica dei dispositivi medici”.

Impieghiamo materiali certificati e attrezzature all’avanguardia di nostra proprietà: tutta la linea di produzione è infatti localizzata nel nostro stabilimento e perciò curiamo direttamente ogni fase della lavorazione, assicurandoci che vengano mantenuti tutti gli standard qualitativi e sanitari per consegnare ai clienti un prodotto di qualità superiore al prezzo di mercato vigente.

Adottiamo la massima cautela in ogni momento del processo produttivo, lavorando in un ambiente controllato e sicuro.

Tutte le fasi della produzione, dal caricamento delle bobine di tessuto all’imbustamento del prodotto vengono effettuate all’interno della nostra camera bianca ISO 8 in cui l’igiene, l’umidità e la contaminazione sono tenuti costantemente ai livelli previsti per la produzione dei presidi medici. L’ingresso nella camera bianca è consentito solo previa misurazione della temperatura corporea, impiego di camici, cuffie, sovrascarpe e disinfezione delle mani.

Il processo produttivo si articola in più fasi utilizzando i nostri propri macchinari per il tensionamento, la plissettatura e la saldatura a ultrasuoni completamente automatici. Il nostro personale supervisiona il loro corretto funzionamento e la qualità della lavorazione.

Questo approccio ci permette di realizzare fino a 6.000 mascherine all’ora per un totale di circa 45.000 al giorno, accompagnate da etichettature contenenti tutti i dati inerenti la nostra azienda ed il nostro prodotto.